La trazzera di Caltavuturo torna al centro di polemiche politiche regionali

1 min read
Acqua

trazzeraNonostante la chiusura per 24 ore causa maltempo, la trazzera dei Cinque stelle di Caltavuturo torna a far parlare di se. In soprindentenza e all’Assessorato all’Ambiente sono arrivate diverse segnalazioni su autorizzazioni mancanti nonostante la strada sia aperta dallo scorso 31 luglio. L’assessore Croce ha annunciato di voler mandare tutte le carte in procura, mentre Cracolici, capogruppo Pd si è schierato con i 5 stelle parlando di polemiche inutili e interrogando Anas e Regione sullo svolgimento dei lavori della bretella che stanno provvedendo a costruire nei pressi del viadotto Himera crollato lo scorso aprile. Da Palermo, la soprintendente Volpes fa sapere che la strada ricade solo in parte nel Parco delle Madonie ed è necessaria l’autorizzazione come opera ricadente all’interno di vincoli paesaggistici. Subito pronta è stata la replica di Giannopolo, sindaco di Caltavuturo che ha affermato l’inutilità del via libera della soprintendenza perché il terreno interessato è tutto di competenza del Parco, ente da cui è stata data l’autorizzazione.

Potrebbe anche interessarti

altri articoli di...