Cefalù, piccolo passo indietro di Guercio sul confronto

2 min read
Acqua
candidati campagna elettorale a cefalù«Nessun problema verso i confronti pubblici fra i candidati». ha detto Pippo Guercio in risposta ai rappresentanti del Movimento Puntoesclamativo riguardo il proposto inconttro-confronto tra i quattro candidati per la poltrona di primo cittadino a cui il gruppo sta lavorando su proposta del candidato del Movimento 5 stelle. 
Guercio ha esternato la volontà di attendere la presentazione di tutte le liste prima di pensare al confronto: “Voci dell’ultima ora – ha sostenuto, sollecitato nel fornire la conferma della sua disponibilità – danno per probabile un altro candidato sindaco. La certezza l’avremo quando conosceremo il quadro ufficiale della situazione. In campagna elettorale – ha continuato – chi organizza un confronto fra candidati a sindaco è libero di scegliere modalità, tempi e sedi senza chiedere alcun conforto a chi si deve sottoporre a questi confronti. Non serve concordare con i candidati modalità e tempi del confronto. Finirebbe la libertà di chi offre uno spazio di dialogo e quella dei candidati che sono liberi di decidere luoghi e spazi dove confrontarsi. Ogni candidato è libero di scegliere i confronti più interessanti e quelli che maggiormente offrono la possibilità di esporre progetti e idee».
punto esclamativoMa il gruppo PuntoEsclamativo non ci sta e vuole fare chiarezza: “Abbiamo deciso di metterci a disposizione, imparzialmente, data la nostra posizione al di fuori di ogni schieramento perchè la gente possa meglio conoscere i contenuti delle proposte dei candidati sindaco e delle loro liste, al di là della semplice retorica dei comunicati e dei comizi di piazza. Così avevamo già pensato a stilare le regole di un possibile confronto tra i candidati sindaco per meglio avvicinare la loro proposta elettorale ai cittadini. Una volta pervenuto l’invito al confronto del Dott. Provenza, ci siamo proposti a tutti i candidati, a mezzo email, per regolamentare, moderare e condurre l’eventuale iniziativa.”
I rappresentanti chiariscono che l’eventuale confronto si terrebbe in un momento successivo alla chiusura delle liste e che, qualora una fantomatica quinta persona si affacciasse alla competizione elettorale, l’invito si estenderebbe immediatamente alla stessa. Per ciò che concerne la libertà nella scelta di modalità, tempi e sedi, nel rispetto di una norma di trasparenza, è stato reso noto ai partecipanti che la valutazione di eventuali modificazioni alle prescrizioni regolamentari dovesse avvenire alla presenza congiunta degli stessi e non come risultato di iniziative unilaterali. I cittadini restano in attesa di futuri sviluppi.

Potrebbe anche interessarti

altri articoli di...