Quanto costa oggi un GameBoy del 2000? Ecco la risposta

Quando si parla delle prime console portatili, non si può certamente dimenticare quanto è stata importante per giovani di circa 40 anni fa il Game Boy, pietra miliare del mondo dei videogiochi, ideato da come successore dei Game & Watch, che ha conquistato il pubblico con il suo design semplice, la sua robustezza e il suo catalogo di giochi iconici.

Come e quando nasce il Game Boy

Il Game Boy nasce dall’intuizione di Gunpei Yokoi, ispirato da un uomo d’affari che giocava con una calcolatrice durante un viaggio in treno. Presentato al Tokyo Toy Show del 1988, la console conquista subito l’attenzione per il suo schermo LCD e la batteria a lunga durata. Fu poi lanciato in Giappone il 21 aprile 1989, sbarcando in Europa nel settembre dello stesso anno, con titoli di lancio come Tetris e Super Mario Land.

Il Game Boy conquista rapidamente il mercato, diventando la console portatile più venduta di tutti i tempi, con oltre 118 milioni di unità vendute. Il suo successo è dovuto a diversi fattori: il prezzo accessibile, la portabilità, la libreria di giochi in continua espansione con titoli iconici come Tetris, Super Mario Bros., Pokémon e The Legend of Zelda.

Nel corso degli anni, Nintendo introduce diverse varianti del Game Boy:

  • Game Boy Pocket: (1990) Più piccolo e leggero, con uno schermo più efficiente.
  • Game Boy Color: (1998) Introduce una palette di colori limitata e la compatibilità con i giochi in bianco e nero.
  • Game Boy Advance: (2001) Un salto generazionale con grafica migliorata, un processore più potente e la possibilità di giocare a titoli più complessi.

Oggi il Game boy, tra fama e nostalgia

Nonostante la sua obsolescenza, il Game Boy continua ad essere amato da appassionati e collezionisti. La sua influenza sul mondo dei videogiochi è innegabile, avendo aperto la strada a future generazioni di console portatili e ispirato innumerevoli sviluppatori. Ancora oggi, molti giocano ai loro titoli Game Boy preferiti su emulatori o console retro.

Il Game Boy rappresenta un pezzo di storia del gaming, un’icona che ha rivoluzionato il modo di giocare in movimento e che continua ad affascinare generazioni di videogiocatori.

Qual è il valore oggi di un vecchio Game Boy?

Parliamo di Game Boy 2001. Il prezzo di questa console oggi varia molto in base a diversi fattori. Innanzitutto ci sono da tenere in considerazione le condizioni, che influenzano decisamente il prezzo, perché un Game Boy 2001 ancora sigillato, quindi raro da trovare, incluso nella sua confezione originale, può raggiungere importi anche superiori ai 250€; se invece è usato e in condizioni buone, il valore si aggira tra 50€ e 150€, in questo caso dipende molto dalla presenza degli accessori. Al contrario, se non funziona e il suo possesso è inerente solo a una questione collezionistica, allora non si andrà oltre i 50€.

Anche il modello, come dicevamo incide, perché nel corso del tempo sono uscite in commercio diverse edizioni, anche quelle limitate, che hanno ovviamente arricchito di varietà il mondo Game Boy. Quella più economica, oggi è quella nella versione grigia, la più comune. .

Per poterne acquistare uno, si può optare per negozi online, come eBay e Subito.it, oppure presso i mercatini delle pulci o le vendite private possono offrire occasioni migliori.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *