Gettoni telefonici rari: la classifica definitiva

I gettoni telefonici, che sono stati diffusi in Italia negli anni ’60, sono stati un elemento iconico della comunicazione per decenni, rappresentando il principale metodo di pagamento per le telefonate pubbliche

Ecco perché i gettoni telefonici hanno avuto così tanto successo

I gettoni telefonici vennero inventati per due motivi principali:

1. Facilitare il pagamento delle telefonate pubbliche

Prima dell’introduzione dei gettoni, le telefonate pubbliche erano a gettone, nel senso letterale del termine. Per telefonare, era necessario inserire una moneta specifica nel telefono, che corrispondeva alla durata della chiamata. Questo sistema era però macchinoso e poco pratico, soprattutto per le telefonate lunghe o internazionali. I gettoni telefonici semplificarono notevolmente il pagamento. Con un unico gettone, si poteva iniziare una chiamata e, se necessario, acquistare ulteriori gettoni durante la conversazione. Questo rese le telefonate pubbliche più accessibili e diffuse.

2. Controllare il costo delle telefonate

L’utilizzo di gettoni permise alle compagnie telefoniche di controllare meglio il costo delle telefonate e di prevenire frodi o abusi. Ogni gettone aveva un valore predefinito e poteva essere utilizzato solo per una chiamata. Questo sistema garantiva alle compagnie un incasso certo per ogni telefonata effettuata. Inoltre, i gettoni telefonici potevano essere utilizzati solo nei telefoni pubblici, impedendo di usarli per effettuare chiamate private o gratuite.

Tra oggi e ieri: i gettoni telefonici e il loro nuovo valore

Oggi, i gettoni telefonici sono diventati oggetti da collezione. Per gli appassionati di numismatica e storia, rappresentano un ricordo tangibile di un’epoca passata e un pezzo di storia della tecnologia delle telecomunicazioni.

Sono pezzi molto rari e preziosi, il cui valore dipende da diversi fattori, ovvero la tiratura, l’anno di emissione, le condizioni di conservazione; la presenza di errori di conio; la varietà.

Ecco alcuni dei gettoni telefonici rari più preziosi e ricercati

1. Gettone Stipel 1927Primo Tipo

E’ il primo gettone telefonico italiano, coniato nel 1927 dalla Società Telefonica Interregionale Piemontese e Lombarda (STIPEL). Ne furono prodotti circa 500.000 esemplari, rendendolo un gettone molto raro e ricercato dai collezionisti. Il suo valore può variare da diverse centinaia di euro a diverse migliaia di euro, a seconda delle condizioni di conservazione.

2. Gettone Gettoni Torino 1959

Questo gettone fu emesso nel 1959 dalla Società Italiana Reti Telefoniche Urbane (SITRU) per le telefonate urbane a Torino. La sua particolarità è la scritta Gettoni Torino anziché GTT, che lo rende un pezzo unico e molto ricercato. Il suo valore può variare da diverse centinaia di euro a diverse migliaia di euro.

3. Gettone SIP 1962 Stella

Questo gettone, emesso nel 1962 dalla SIP (Società Italiana Piemontese), è soprannominato Stella per il suo design particolare con una stella al centro.

È un gettone relativamente comune, ma in condizioni eccellenti può comunque avere un valore di diverse decine di euro.

4. Gettone SIP 1965Fiore

Anche questo gettone, emesso nel 1965 dalla SIP, prende il nome dal suo design con un fiore stilizzato al centro. È un gettone abbastanza comune, ma il suo valore può aumentare se presenta errori di conio o particolari varietà.

5. Gettone TIM 2001L’Italia nel Pallone               

Questo gettone commemorativo fu emesso nel 2001 da TIM (Telecom Italia Mobile) in occasione dei Campionati Europei di Calcio 2004. Raffigura la mascotte dei campionati, un pallone con le gambe e la maglia della Nazionale Italiana. È un gettone abbastanza comune, ma il suo valore può aumentare se presenta errori di conio o particolari varietà.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *