Valore 1000 Lire con Giuseppe Verdi: ecco il dato ufficiale

Dalla nascita come banconota di Stato della Repubblica Italiana fino alla totale dismissione, le banconote da 1000 Lire hanno rappresentato da sempre un elemento importante della storia del vecchio conio italiano. A interessarci per questo articolo sono le banconote da 1000 lire con Giuseppe Verdi, che sono state in circolazione in Italia dal 1969 al 1981 e facevano parte della seconda serie di biglietti di banca italiani emessi dalla Banca d’Italia.

Ecco alcuni dettagli sulla banconota da 1000 lire con Giuseppe Verdi

Queste banconote hanno diverse caratteristiche: sul fronte è raffigurato il fusto di Giuseppe Verdi a destra, leggermente inclinato verso sinistra; al centro, in alto, la dicitura “REPUBBLICA ITALIANA”; in basso a sinistra, il valore “MILLE LIRE” scritto in verticale; a destra del busto, la firma del Capo della Cassa di Risparmio Postale, in basso al centro, un fregio con motivi geometrici. Il retro, invece, è caratterizzato da una visione all’esterno del Teatro alla Scala di Milano, con in basso a sinistra, il monogramma “RI” (Repubblica Italiana), mentre a destra, il filo di sicurezza.

La banconota è stata stampata in diverse varianti nel corso degli anni, con lievi modifiche grafiche. Oggi, la banconota da 1000 lire è un oggetto da collezione ricercato dai numismatici.


Ecco le modifiche principali delle 1000 lire con Giuseppe Verdi

Le banconote da 1000 lire con Giuseppe Verdi, in circolazione dal 1969 al 1981, hanno subito diverse modifiche al design nel corso degli anni. Questi cambiamenti avevano principalmente lo scopo di migliorare le caratteristiche di sicurezza e incorporare lievi aggiustamenti estetici.

1. Filigrana

Il tipo iniziale presentava una filigrana semplificata “BANCA ITALIA”. Successivamente, la filigrana è diventata sempre più intricata, presentando una linea verticale centrale, che nel tempo si è assottigliata.

2. Fili di sicurezza

All’inizio incorporava un filo di sicurezza sottile e discontinuo che appariva solo se tenuto alla luce. Successivamente il filo discontinuo fu sostituito con un filo di sicurezza continuo, dapprima rosso e infine verde, che correva verticalmente lungo il lato sinistro della banconota.

3. Stampa fine

Dapprima fu utilizzato un motivo di stampa fine standard sia sul fronte che sul retro della banconota, motivo a stampa reso più fine, che è diventato col tempo sempre più intricato.

4. Minori regolazioni estetiche

Variazioni di colore, sottili variazioni nelle tonalità di colore di alcuni elementi, come lo sfondo e i dettagli dell’incisione, sono state osservate in diverse tirature.

Minori regolamenti negli stili dei font delle iscrizioni e degli elementi di testo sono stati talvolta implementati.

Le aree in rilievo del design, in particolare intorno al ritratto e ai bordi, sono state rifinite per fornire una sensazione tattile più piacevole.

Questi cambiamenti di design miravano a contrastare la falsificazione e migliorare la sicurezza generale delle banconote da 1000 lire, pur mantenendo i loro elementi estetici riconoscibili. Le banconote con queste modifiche continuarono a circolare fino all’introduzione delle nuove banconote in lire italiane nel 1997.

Quanto vale questa banconota da 1000 lire con Giuseppe Verdi?

In caso di una banconota perfetta, definita in fior di stampa, le 1000 lire che ritraggono Giuseppe Verdi potranno valore attorno ai 1000 euro. Se, invece, lo stato di conservazione di queste mille lire non è perfetto, il loro valore potrà essere compreso tra i 700 e gli 800 euro.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *