Cambio euro Rublo: attenzione a quello che può accadere se…

È difficile prevedere cosa accadrà al tasso di cambio euro-rublo in futuro, poiché dipende da fattori geopolitici, dall’andamento del mercato e dai rapporti che si creano tra le aree interessate dal cambio.

Storia del rublo, moneta russa in costante fluttuazione

Il rublo, in questo momento storico ben preciso, sta attraversando una fase di grande incertezza a causa della guerra della Russia contro l’Ucraina, che ha portato in grande colosso euroasiatico a un isolamento politico, economico e sociale senza precedenti. Ma nonostante le grandi difficoltà e le continue sanzioni a cui è sottoposta la Russia, il rublo tiene testa anche all’Euro e la cosa diventa davvero incredibile.

Del resto, il rublo, valuta ufficiale della Russia, ha una storia lunga e complessa che risale al XIV secolo.

Il termine rublo deriva dal verbo russo rubit, che significa “tagliare”. Inizialmente, un rublo era un pezzo d’argento tagliato da un lingotto, da cui il nome. La prima menzione del rublo risale al 1387, durante il regno di Dmitrij Donskoj. All’epoca, il rublo era una unità di conto, non una moneta vera e propria. Le monete d’argento usate per il commercio erano chiamate “kopeke” (singolare: kopek).

A partire dal XVIII secolo ha subito importanti modifiche, con l’assuzione di oro e argento standardizzati, che hanno fatto volare il valore del rublo alle stelle.  Il nuovo rublo è diventata inizialmente una valuta molto instabile, con un’inflazione galoppante. Negli ultimi anni, il rublo ha guadagnato stabilità grazie a riforme economiche e all’aumento dei prezzi delle materie prime.

Il rapporto tra Euro e Rublo: una panoramica completa

Il rapporto tra euro e rublo è un indicatore economico importante che riflette la forza di una valuta rispetto all’altra.

Il tasso di cambio attuale in euro vale circa 94,882 rubli. Questo significa che per acquistare un euro sono necessari circa 94,882 rubli. Il tasso così inteso è influenzato da una serie di fattori, tra cui:

  • Prezzo del petrolio e del gas: le esportazioni di petrolio e gas sono fondamentali per l’economia russa e il loro prezzo ha un impatto significativo sul valore del rublo. Un aumento del prezzo del petrolio e del gas tende a far apprezzare il rublo rispetto all’euro, mentre un calo del prezzo tende a deprezzarlo.
  • Politica monetaria: le politiche monetarie delle banche centrali di Europa e Russia influenzano i tassi d’interesse e la domanda di valute, il che può influenzare il tasso di cambio.
  • Stabilità politica ed economica: la stabilità politica ed economica di entrambi i paesi influenza la fiducia nelle rispettive valute e il loro valore.
  • Eventi geopolitici: eventi come guerre, sanzioni o accordi commerciali possono influenzare le aspettative degli investitori e il tasso di cambio.

Negli ultimi mesi, il tasso di cambio euro-rublo ha fluttuato considerevolmente, principalmente a causa della guerra in Ucraina, delle sanzioni occidentali alla Russia e delle politiche monetarie delle banche centrali, vivendo nel febbraio 2022 un forte deprezzamento a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, raggiungendo un minimo storico di circa 130 rubli per euro. Successivamente, però, il rublo ha recuperato parte del suo valore grazie all’aumento del prezzo del petrolio e del gas e alle misure di controllo del capitale implementate dalla Banca centrale russa.

È difficile prevedere cosa accadrà al tasso di cambio euro-rublo in futuro, poiché dipenderà da una serie di fattori economici e geopolitici, ma, se il prezzo del petrolio e del gas rimane elevato, il rublo potrebbe rafforzarsi rispetto all’euro. Tuttavia, la continuazione della guerra in Ucraina, l’inasprimento delle sanzioni e l’incertezza economica globale potrebbero esercitare pressioni sul rublo.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *