Lista euro rari: ecco l’elenco ufficiale aggiornato a Giugno 2024

È materialmente impossibile riuscire a fare una lista precisa di tutte le monete dell’Euro rare e preziose, perché i fattori che determinano la rarità di una moneta o una banconota appartenente a una valuta ancora in corso di validità sono molteplici, e riguardano la tiratura, la domanda da parte dei collezionisti e le caratteristiche specifiche della moneta stessa.

Tuttavia, in questo articolo, vi proponiamo un elenco provvisorio, perché soggetto a continue modifiche, e quindi non esaustivo, delle monete dell’Euro più rare e preziose del momento.

Ecco un elenco provvisorio delle monete dell’Euro più rare e più preziose

Tra le monete da 1 euro, rara e preziosa è la moneta coniata in Grecia nel 2004, raffigurante la figura stilizzata di Melina Mercouri. Coniata in soli 1,2 milioni di pezzi, è una delle monete da 1 euro più rare in assoluto. Il valore di questa moneta in Fior di Conio si aggira intorno ai 50-100 euro, mentre, se fa parte delle monete comuni, ma con errori conio o caratteristiche eccezionali, possono valere anche di più.

Sempre del 2004 è la moneta commemorativa emessa dalla Repubblica di San Marino per il 50° anniversario dell’adesione della stessa Repubblica al Consiglio d’Europa. Coniata in soli 13.500 pezzi, presenta sul dritto la Porta San Francesco, una delle principali porte di accesso alla città di San Marino, mentre sul rovescio la classica mappa dell’Europa con le stelle dell’Unione Europea e la scritta SAN MARINO.

Tra le monete da 2 euro, che sono le monete destinate alla produzione di monete commemorative, invece, troviamo diverse monete particolari.

La moneta da 2 euro finlandese del 2011 commemorativa del 200° anniversario della Banca di Finlandia è una moneta preziosa e ricercata dai collezionisti. Con una tiratura di 1,5 milioni di pezzi, quindi non propriamente rara, presenta sul dritto il disegno di un cigno, l’uccello nazionale della Finlandia, circondato dalle parole “SUOMI” (Finlandia) e “2011”. Il rovescio, invece, presenta il disegno comune a tutte le monete euro, con la mappa dell’Europa e i 12 stelle. Questa moneta ricorda la fondazione della Banca di Finlandia, avvenuta nel 1811, una Banca che ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo economico della Finlandia e nel mantenimento della stabilità della sua valuta. Il suo valore è superiore al suo valore nominale e può variare a seconda delle condizioni della moneta e della domanda del mercato. Quindi, il prezzo di una moneta da 2 euro finlandese del 2011 può variare da 8 euro a 30 euro o più, a seconda delle condizioni della moneta e della domanda del mercato.

Troviamo di nuovo la Repubblica di San Marino come protagonista nella produzione di una moneta commemorativa da 2 euro per celebrare il 700° anniversario della nascita di Dante Alighieri nel 2015. Coniata in soli 15.000 pezzi, ha un valore storico e collezionistico che si aggira tra i 30 e i 100, in base alle condizioni della moneta.

Nel 2020, in Lituania, viene coniata una moneta da 2 euro commemorativa per il 100° anniversario della posa della prima croce sulla Collina delle Croci, un sito religioso e storico situato in Lituania. Il dritto della moneta raffigura una croce stilizzata davanti a una collina di croci più piccole. Invece, il rovescio presenta il disegno comune a tutte le monete euro, con la mappa dell’Europa e le 12 stelle. Ne sono stati coniati solo 500.000 esemplari, il che la rende una delle monete euro lituane più rare.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *