Hai la moneta da 1 euro con la croce? Ecco quanto può valere

Calcolare il valore di una moneta non è facile e soprattutto così scontato, anche perché si deve tenere conto di vari fattori, tra cui l’anno di conio, che generalmente ci dà informazioni sull’età della moneta, ma anche su alcuni particolari che sono la tiratura, perché per alcuni anni il numero di pezzi coniati è stato ridotto per motivi economici o legati alla ragione che porta alla produzione di un tipo di moneta, ad esempio una moneta commemorativa; e oltre la tiratura, tra i segni particolari c’è da valutare pure gli errori di conio, come doppia stampa o la mancanza di parti sulle monete che la rendono rara e ne evidenziano le differenze rispetto a quelle comuni.

Moneta da 1 euro con croce: un particolare che vale una fortuna

Ovviamente, quando si tratta di monete particolari, queste vengono emesse in base a un piano presentato dai singoli Paesi dell’Eurozona, che decidono se approvare o meno la richiesta e danno le indicazioni sulla tiratura e il design da curare sulla moneta stessa. È il caso, ad esempio, della moneta da 1 euro con croce emessa da Cipro dal 2008, un interessante pezzo numismatico che rappresenta la storia e la cultura dell’isola.

Ecco alcuni dettagli specifici di questa moneta

La moneta da 1 euro di Cipro presenta dei particolari nel design curato minuziosamente, che vede sul rovescio della moneta: al centro un idolo cruciforme risalente al periodo calcolitico (circa 3000 a.C.) che è stato rinvenuto nel sito archeologico di Pomos. Questo reperto archeologico rappresenta un’importante testimonianza dell’arte preistorica di Cipro e simboleggia le antiche radici e la ricca storia dell’isola. L’idolo è raffigurato con grande precisione e presenta dettagli come i motivi geometrici incisi sulla sua superficie. Intorno all’idolo, in alto a semicerchio, si trovano le iscrizioni “ΚΥΠΡΟΣ” (Cipro) in greco e “KIBRIS” in turco, i nomi ufficiali dell’isola nelle due lingue principali. In basso a destra è inciso l’anno di conio. Sul bordo esterno della moneta, invece, sono presenti 12 stelle a cinque punte, che rappresentano l’Unione Europea.

Mentre sul dritto della moneta: è presente un’immagine di donna che rappresenta la Repubblica di Cipro. La donna è raffigurata di profilo, con i capelli raccolti in una crocchia e indossa una collana con un pendente a forma di croce. Intorno al ritratto si trovano le stelle dell’Unione Europea e l’anno di conio. In basso a destra è impressa la firma dell’incisore, Erik Maell.

Per quanto riguarda la tiratura, si stima che ne siano stati coniati circa 10 milioni di esemplari all’anno, un numero che varia a seconda dell’anno di conio.

Il valore nominale della moneta è di 1 euro, ma a livello collezionistico il valore varia a seconda dello stato di conservazione e dell’anno di conio. In generale, le monete in Fior di Conio (FDC) e quelle coniate negli anni di emissione (2008) hanno un valore maggiore rispetto alle monete circolate e di annate più recenti.

Alcune curiosità sulla moneta da 1 euro con Croce

La moneta da 1 euro di Cipro è stata oggetto di una controversia nel 2008, quando alcuni cittadini turchi-ciprioti hanno protestato contro la presenza della croce sul rovescio, considerata un simbolo religioso offensivo. La Banca Centrale di Cipro ha comunque deciso di mantenere il design originale della moneta, sottolineando il suo valore storico e culturale.

Con il suo design unico e ricco di significato, questa moneta è un oggetto da collezione apprezzato da numismatici e appassionati di storia.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *