Quanto valgono questi 2 euro rari? Ecco la risposta

La rarità di una moneta dipende da diversi fattori, tutti legati all’emissione. Intanto si deve tenere in conto l’anno di conio, che ci permette di capire l’età che ha la moneta in questione; accanto a questo aspetto si consideri pure la tiratura, spesso vincolata dal numero di abitanti di una Nazione, per questo motivo molte monete in alcune zone, per esempio nella Repubblica di San Marino possono essere emesse ma in numero davvero esiguo. Ancora, importante è la presenza di monete con errori di conio, ovvero doppia stampa per via di malfunzionamento del conio al momento della stampa o di mancanza di parti della moneta durante la preparazione. Esistono, inoltre, monete speciali, ovvero monete che vengono coniate per essere destinate alla celebrazione di un evento o di un personaggio predefinito. In questo articolo esamineremo proprio questo aspetto.

Quali sono le monete dell’euro destinate alla celebrazione degli eventi?

Si tratta delle monete da 2 euro, che ogni anno vedono alcuni esemplari coniati per essere destinati alla celebrazione di un evento o di un personaggio, che proprio in quell’anno celebra un determinato anniversario.

Le monete da 2 euro sono le uniche monete euro che possono essere coniate a fini celebrativi o commemorativi per un motivo ben preciso: è una decisione del Consiglio europeo del 2003.

Questa decisione è stata presa per diversi motivi:

  • per evitare la proliferazione di monete commemorative: Permettere solo alle monete da 2 euro di essere commemorative aiuta a limitare il numero di monete diverse in circolazione, il che può facilitare le transazioni per cittadini e commercianti.
  • per promuovere l’unità europea: Le monete commemorative da 2 euro possono essere utilizzate per celebrare eventi o personaggi importanti che hanno un significato per tutti i cittadini europei. Questo può contribuire a rafforzare il senso di identità europea.
  • per commemorare eventi nazionali: I singoli paesi dell’eurozona possono utilizzare le monete commemorative da 2 euro per commemorare eventi o personaggi importanti a livello nazionale. Questo può aiutare a celebrare la diversità culturale dell’Europa.

Il Consiglio Europeo ha inoltre stabilito alcune regole che devono essere scrupolosamente seguite dai Paesi dell’Eurozona, ovvero che le monete da 2 euro devono essere emesse contemporaneamente da tutti i Paesi, che il design deve essere uguale per tutti, riportando sul dritto la faccia con la mappa dell’Europa e sul rovescio la faccia nazionale, ma avendo la possibilità di rappresentare un design unico che commemora l’evento o il personaggio scelto dal paese emittente.

Infine, ogni Paese può emettere un massimo di due monete commemorative da 2 euro all’anno.

Ecco alcune monete da 2 euro commemorative rare e preziose

Nel 2004 da Città del Vaticano arriva una moneta da 2 euro commemorativa, coniata per celebrare il 100° anniversario dell’incoronazione di Papa Pio X. Ne furono coniate solo 100.000 e si ritiene che valgano fino a 250 euro.

Nel 2005, a Monaco, questa moneta da 2 euro commemora il 50° anniversario del matrimonio del Principe Ranieri III e della Principessa Grace Kelly. Ne furono coniate solo 250.000 e si ritiene che valgano fino a 60 euro.

Nel 2009 in Finlandia, viene coniata la moneta da 2 euro per il 100° anniversario della fondazione del Parlamento finlandese. Ne furono coniate solo 200.000 e si ritiene che valgano fino a 30 euro.

Nel 2012, in Belgio, è il turno della moneta da 2 euro, coniata in occasione del 100° anniversario della nascita del Re Alberto I. Ne furono coniate solo 200.000 e si ritiene che valgano fino a 30 euro.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *