Bonus animali domestici 2024: ecco chi può richiederlo

Il Bonus animali domestici 2024 è una misura introdotta con la Legge di Bilancio 2024 e il Decreto Rilancio 2024 per sostenere le spese veterinarie e l’acquisto di alimenti e farmaci per animali da affezione.

Perché nasce il Bonus animali domestici 2024?

Il Bonus animali domestici 2024 è stato introdotto per due motivi principali:

1. Sostenere le famiglie italiane con animali da affezione

Le spese veterinarie, gli alimenti e i farmaci per gli animali domestici possono gravare pesantemente sul bilancio familiare, soprattutto per le persone con un reddito basso o in difficoltà economica. Il bonus vuole aiutare queste famiglie a prendersi cura adeguatamente dei propri animali, garantendo loro il benessere necessario.

2. Promuovere il benessere animale

Gli animali da affezione svolgono un ruolo importante nella nostra società, offrendo compagnia, affetto e supporto emotivo. Garantire la loro salute e il loro benessere significa prendersi cura di membri importanti delle nostre famiglie e contribuire a una società più sensibile ai diritti degli animali.

Quindi l’obiettivo è quello di aiutare le famiglie italiane a sostenere le spese per i loro animali da affezione; a promuovere il benessere degli animali domestici e la loro cura responsabile; a riconoscere il valore degli animali come compagni di vita e membri delle nostre famiglie. Oltre ai benefici economici diretti, il bonus rappresenta un segnale importante dell’impegno del Governo italiano a tutela degli animali e a sostegno delle famiglie che li amano.

Come fare per richiedere il Bonus animali domestici?

Sono pochi e precisi i requisiti per richiedere il Bonus animali domestici. Intanto, il bonus può essere richiesto da tutti i cittadini italiani o residenti in Italia che possiedono uno o più animali da affezione, regolarmente iscritti all’Anagrafe Animale Regionale (AAR) e microchippati. Il padrone richiedente deve avere a disposizione un reddito ISEE non superiore a €16.215,00. Inoltre, fatta menzione dell’ISEE, il Bonus è destinato a specifiche categorie di cittadini, tra cui i pensionati, i titolari di reddito di cittadinanza, i lavoratori in difficoltà economica, le persone con disabilità, i nuclei familiari con a carico minori di età.

Ecco quali spese possono essere effettuate con il Bonus in questione

Il Bonus copre le spese sostenute per le visite veterinarie prima di tutto. A queste fanno riferimento ovviamente anche interventi chirurgici veterinari, l’acquisto di farmaci veterinari e di alimenti per animali da affezione.

In generale, l’importo del Bonus concesso varia a seconda del numero di animali domestici posseduti. Quindi, per un animale a cifra è di €100,00; per due di €150,00; per tre o più animali, invece, di €200,00.

Come richiedere il Bonus animali domestici?

Il Bonus animali domestici 2024 non è ancora operativo. La modalità di richiesta sarà definita con un successivo provvedimento del Ministero dell’Economia e delle Finanze. È utile in questo caso rimanere informati sulle ultime novità consultando i siti web ufficiali del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS, oppure rivolgersi ai patronati o ai CAF.

Il Bonus animali domestici 2024 rappresenta un importante sostegno per i cittadini che possiedono animali da affezione e che si trovano in difficoltà economica.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *