Quanto si guadagna con un vecchio terreno abbandonato: ecco la risposta

Al giorno d’oggi è sempre più frequente vedere nascere in terreni abbandonati o incolti aziende che si occupano di rivitalizzare le aree soggette ad abbandono, dando loro un’opportunità aggiuntiva. Questo è stato reso possibile da due fattori in particolare: innanzitutto l’avvicinamento dei giovani all’agricoltura innovativa, che è vista oggi in netta trasformazione, considerando le tecniche all’avanguardia con cui si iniziano produzioni nuove; ma anche l’aiuto economico offerto dallo Stato che invoglia con agevolazioni di grande portata ad aprire attività, non solo agricole ma pertinenti con l’agricoltura, in aree altrimenti incolte.

Ecco come guadagnare con un terreno abbandonato

Guadagnare da un vecchio terreno abbandonato dipende da diversi fattori, tra cui:

1. Le caratteristiche del terreno

Un terreno più grande offre maggiori possibilità di guadagno, situato in una zona con un buon accesso e servizi, o vicino a centri abitati o aree turistiche, ha un valore maggiore. Se poi si trova un terreno fertile che è più adatto all’agricoltura, questo può generare un reddito più alto. La disponibilità di acqua per l’irrigazione è un fattore importante per l’agricoltura e quindi aumenta il valore del terreno. Inoltre, un terreno pianeggiante è più facile da coltivare e quindi ha un valore maggiore.

2. Il potenziale utilizzo del terreno

– Agricoltura: Se il terreno è adatto all’agricoltura, può essere utilizzato per coltivare prodotti da vendere, come frutta, verdura, cereali o fiori.

– Allevamento: Se il terreno ha pascoli e fienili, può essere utilizzato per allevare animali da reddito, come bovini, suini, polli o ovini.

– Edilizia: Se il terreno si trova in una zona edificabile, può essere venduto a un costruttore per la realizzazione di case, edifici commerciali o industriali.

– Energia rinnovabile: Il terreno può essere utilizzato per installare pannelli solari o turbine eoliche per la produzione di energia rinnovabile.

– Aree naturali: Se il terreno ha un valore ecologico, può essere venduto a un’organizzazione per la conservazione della natura o utilizzato per creare un parco pubblico.

3. Le normative e i permessi

Tutto ciò che concerne le normative e i permessi vanno visionati direttamente al catasto per capire le caratteristiche del terreno, quindi se il terreno è edificabile o meno, e quali permessi sono necessari per il suo utilizzo. Richiedere i permessi necessari per qualsiasi attività si voglia svolgere sul terreno, come la costruzione di edifici, l’installazione di impianti o il cambiamento di destinazione d’uso.

4. I costi di bonifica e riqualificazione

Se il terreno è contaminato o degradato, potrebbe essere necessario bonificarlo prima di poterlo utilizzare. I costi di bonifica possono essere elevati e devono essere presi in considerazione nel calcolo del potenziale guadagno. Il terreno potrebbe necessitare di interventi di riqualificazione, come la messa a dimora di alberi o la creazione di zone umide, per aumentarne il valore e renderlo più appetibile per potenziali acquirenti o utilizzatori.

5. Il tempo e le risorse necessarie

Guadagnare da un terreno abbandonato richiede tempo, impegno e risorse finanziarie. Bisogna essere disposti a investire tempo e denaro per bonificare, riqualificare e sviluppare il terreno prima di poter iniziare a generare un reddito.

6. La capacità imprenditoriale e le competenze

Per avere successo nel guadagnare da un terreno abbandonato, è necessario avere capacità imprenditoriali e competenze specifiche nella gestione del terreno, nell’agricoltura, nell’allevamento o in altri settori pertinenti.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *