Quanto vale un vecchio Game Boy? Ecco la risposta

Il Game Boy è stata un’iconica consolle portatile per videogiochi monocromatica, prodotta e commercializzata da Nintendo. È stata protagonista di un’intera generazione di videogiocatori fin dal suo debutto avvenuto in Giappone il 21 aprile 1989.

Game boy: la fortuna della prima consolle per giochi

Ideata da Gunpei Yokoi, il Game Boy nasce dal desiderio di offrire un’esperienza di gioco portatile e accessibile, ispirata ai precedenti Game & Watch di Nintendo. Il suo schermo LCD verde e nero e la sua lunga durata delle batterie (grazie alle cartucce di gioco) lo resero un successo immediato. Il lancio fu accompagnato da titoli leggendari come Tetris, Super Mario Land e Alleyway, che contribuirono alla diffusione della console.

In Europa arrivò nel settembre del 1990.

Il successo del Game Boy portò Nintendo a rilasciare diverse versioni migliorate nel corso degli anni, come il Game Boy Pocket (più leggero e compatto) e il Game Boy Color (con schermo a colori). La libreria di giochi si espanse con titoli memorabili come Pokémon Rosso e Verde, The Legend of Zelda: Link’s Awakening e Metroid II: Return of Samus.

La console divenne un vero e proprio fenomeno culturale, giocata da bambini e adulti in tutto il mondo.Con l’arrivo di console portatili più potenti come il Game Boy Advance e il Nintendo DS, il Game Boy originale perse gradualmente popolarità. La produzione cessò ufficialmente nel marzo 2003, ma la sua eredità continua a vivere. Ancora oggi viene riscoperto da appassionati e collezionisti, e ha ispirato il design di numerose console portatili successive.

Il Game Boy ha rivoluzionato il mondo dei videogiochi, rendendoli un’esperienza portatile e accessibile a tutti. Ha contribuito alla nascita di franchise di successo ancora oggi popolarissimi, come Pokémon e The Legend of Zelda. Ha definito un’intera generazione di videogiocatori, che ancora oggi ricordano con nostalgia le avventure vissute sul suo piccolo schermo.

Quanto costa oggi un Game Boy?

Il prezzo di un Game Boy oggi può variare notevolmente a seconda di diversi fattori, come il modello specifico, le sue condizioni e la completezza della confezione.Ad esempio, un Game Boy originale del 1989, in buone condizioni, ha un costo che può variare da 50€ a 150€ circa. I modelli New Old Stock (NOS) o quelli mai usati possono raggiungere prezzi più alti, anche oltre 200€.

Nel 1992 è il turno del Game Boy Pocket, con un costo generalmente un po’ meno di impatto del modello originale, con prezzi che si aggirano tra i 30€ e i 100€ per modelli in buone condizioni.

Con il Game Boy Color del 1998, grazie al suo schermo a colori, siamo di fronte a un pezzo leggermente più ricercato e i suoi prezzi variano da 40€ a 200€ circa, a seconda delle condizioni e della completezza.

Per quanto riguarda le edizioni speciali e i modelli limitati, i Game Boy possono avere un valore più alto, anche di diverse centinaia di euro, soprattutto se nuovi o in condizioni eccezionali.Il Game Boy ancora oggi ha un’influenza molto elevata, soprattutto tra i collezionati che associano a queste prime serie un po’ della loro giovinezza e quindi guardano con nostalgia ai giochi di un tempo, con i giochi di un tempo.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *