Cosa succede a chi mangia carne ogni giorno? Ecco le conseguenze

L’alimentazione è sicuramente l’aspetto più importante da curare quando si parla di salute. Fare scelte alimentari sane non solo aiuta a prevenire malattie e a migliorare la salute fisica e mentale, ma può anche aumentare l’energia, migliorare l’umore e rendere la vita più piacevole.

Ecco perché curare l’alimentazione per il benessere del nostro organismo

Mangiare cibi nutrienti e sani è sicuramente il primo passo. Ma è fondamentale ricordare che il nostro organismo vive in funzione anche del movimento, per cui a un’alimentazione equilibrata dovrà sempre corrispondere anche esercizio fisico, non troppo aggressivo né pesante. In questo modo sarà anche possibile stabilire un equilibrio di peso, del tutto necessario per prevenire l’obesità, causa di tantissime problematiche legate a malattie cardiovascolari.

Se si mangia regolarmente, si aumenta anche l’energia, di cui si ha bisogno per svolgere le attività quotidiane e sentirsi energici durante tutto il giorno.

Inoltre, se introduciamo nella nostra vita una dieta ricca di nutrienti come vitamine, minerali e antiossidanti, possiamo favorire anche la salute di pelle e capelli, rendendoli sani, luminosi e forti.

E non è banale pensare a migliorare anche la digestione, soprattutto se assumiamo in modo costante fibre, che aiuta a risolvere e prevenire i problemi digestivi come stitichezza, diarrea e gonfiore.

Infine, una dieta sana aumenta la fertilità ed è vero e proprio investimento nella propria salute e nel proprio benessere a lungo termine.

Ma a cosa dobbiamo stare attenti?

All’equilibrio, anche nell’alimentazione. Per esempio, mangiare carne ogni giorno è importante, ma dobbiamo valutare conseguenze sia positive che negative. Vediamo nel dettaglio di cosa si parla.

Gli effetti positivi nel mangiare carne ogni giorno

La carne è una buona fonte di proteine, ferro, zinco, vitamina B12 e altri nutrienti essenziali per il corpo umano; è anche un alimento saziante che può aiutare a controllare l’appetito e ridurre l’assunzione di calorie; e ancora più importante, può fornire energia e nutrienti per supportare le prestazioni sportive.

Ma a cosa stare attenti?

Anzitutto all’aumento del rischio di malattie cardiovascolari; infatti, un consumo eccessivo di carne rossa, in particolare carne lavorata, è stato associato a un aumentato rischio di malattie cardiache, ictus e infarto; non si dimentichi anche che la carne rossa è stata classificata come probabilmente cancerogena per l’uomo dall‘Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC). Un consumo elevato di carne rossa e lavorata è stato associato a un aumentato rischio di cancro al colon-retto, allo stomaco e al pancreas.

La carne rossa è un alimento difficile da digerire e può causare problemi digestivi come indigestione, costipazione e diarrea e un consumo eccessivo di carne, in particolare carne grassa, può portare pure all’aumento di peso e all’obesità.

Sembrerà banale, ma ormai se ne parla praticamente ogni giorno, eppure la produzione di carne ha un impatto significativo sull’ambiente, contribuendo alla deforestazione, all’inquinamento idrico e alle emissioni di gas serra.

Un corollario di consigli per il consumo equilibrato della carne

In generale, si consiglia di limitare il consumo di carne rossa e lavorata a non più di una porzione al giorno (circa 100 grammi).

È importante scegliere carne magra, cuocerla in modo salutare (evitando fritture e grigliate) e accompagnarla con abbondanti verdure e frutta.

È fondamentale variare la propria dieta e includere diverse fonti di proteine, come pesce, legumi, latticini e uova.

Inoltre, è importante consultare il proprio medico o un dietologo per ricevere consigli personalizzati sulla base delle proprie esigenze individuali e del proprio stato di salute.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *