Bere una camomilla al mattino: ecco cosa accade al nostro organismo

La camomilla è una pianta erbacea originaria dell’Europa e dell’Asia occidentale, utilizzata da secoli per le sue proprietà benefiche. È conosciuta per il suo sapore delicato e il suo aroma rilassante, ed è spesso consumata come tisana o impiegata in preparati cosmetici.

I benefici della camomilla

La camomilla aiuta a rilassare i muscoli lisci dell’apparato digerente, favorendo la digestione e alleviando disturbi come gas intestinali, gonfiore e crampi addominali. È utile ricordarsi dell’azione antispasmodica naturale, per cui riduce le contrazioni muscolari e allevia i dolori mestruali, riducendo anche le infiammazioni cutanee.

Molti la usano per rilassare il sistema nervoso centrale, aiutando a combattere l’ansia, l’insonnia e lo stress. Un equilibrio mentale è sintomo positivo per il sistema immunitario, perché mens sana in corpore sano.

Quali sono, invece, gli svantaggi?

In rari casi, la camomilla può causare reazioni allergiche, soprattutto in soggetti già sensibili alle asteraceae (come margherite e ambrosia). I sintomi possono includere prurito, gonfiore, eruzioni cutanee e difficoltà respiratorie.

E altrettanto raro è l’effetto sedativo: in alcune persone, le conseguenze dopo l’assunzione di una tazza di camomilla possono provocare sonnolenza, per questo si sconsiglia sempre di assumerla prima di guidare o utilizzare macchinari.

Ma non è adatta a tutti: infatti, donne in gravidanza o in allattamento, neonati e bambini piccoli dovrebbero consultare il proprio medico prima di assumere camomilla.

Ecco cosa ci dice l’esperto

Bere una tazza di camomilla tiepida al mattino può apportare diversi benefici al nostro organismo.

Come abbiamo visto, la camomilla è un noto rimedio naturale per l’ansia e l’insonnia. Ma le sue proprietà calmanti possono essere più efficaci se la camomilla viene assunta già di primo mattino, perché aiutano a rilassare il sistema nervoso e a favorire l’inizio della giornata in positivo. Inoltre, assumendola per colazione, permette di attivare il ritmo della digestione, aiutando a ridurre disturbi digestivi in generale.

La presenza degli antiossidanti aiuta a rafforzare il sistema immunitario e a proteggere l’organismo dai danni causati dai radicali liberi. La camomilla è una bevanda senza caffeina, quindi è un’ottima scelta per chi è sensibile alla caffeina, ma ha bisogno di cominciare la giornata facendo una colazione diversa dalla tradizionale.

Come preparare la camomilla

Per preparare una tazza di camomilla, basta seguire questi semplici passaggi:

  • scaldare l’acqua, portandola a ebollizione circa 250 ml di acqua in un pentolino,
  • una volta che l’acqua è bollita, togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere un cucchiaio di fiori di camomilla essiccati,
  • coprire il pentolino e lasciare in infusione per 5-10 minuti,
  • filtrare e bere calda.

Ecco altri consigli

Per un sapore più intenso, si possono usare due cucchiai di fiori di camomilla, oppure si può aggiungere un cucchiaino di miele alla camomilla per renderla più dolce. È a discrezione personale scegliere di bere la camomilla calda o fredda. Ed sarebbe buona abitudine bere una camomilla al mattino per iniziare la giornata con il piede giusto. È una bevanda sana e gustosa che può apportare diversi benefici al nostro organismo.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *