Allerta bonifico istantaneo: ecco cosa accade se…

Nell’ambito diversificato e senz’altro “ricco” dei vari metodi di pagamento che non fanno ricorso ai contanti, il bonifico istantaneo risulta essere sempre più insistentemente in grado di fare la cosiddetta “parte del leone” con una vera e propria affermazione in pochi anni di questa variante “evoluta” ed estremamente efficiente in termini tempistici. Tra le principali quanto note difficoltà legate all’ambito del bonifico tradizionale vi è infatti una necessità di attesa che è sicuramente più ridotta rispetto al passato ma comunque lunga anche diversi giorni lavorativi. Il bonifico istantaneo permette di aggirare tutto ciò anche se diverse condizioni hanno scaturito varie forme di allerta nei confronti di questa metodologia oggi così comune.

Questo perchè anche il bonifico istantaneo viene impiegato a tratti anche in modo semplicemente illecito e protato ad essere concepito a mo di truffa.

Non si tratta della prima forma di affermazione tecnologica di tipo digitale che viene “convertita” ad un uso illecito. Ma come riconoscere questa situazione?

Allerta bonifico istantaneo: ecco cosa accade se…

Il bonifico è qualcosa di molto conosciuto in ambito bancario che viene interpretato come un metodo estremamente efficiente ed anche altamente sicuro per “Muovere” anche ingenti quantativi di denaro da una parte all’altra. La sicurezza viene garantita dalla struttura del bonifico stesso che nella maggior parte dei casi viene concepito attraverso una “tracciatura” costante di tipo telematico, dove i vari elementi bancari possono tenere completamente traccia e quindi controllare l’entità della transazione, fase per fase.

Per questa forma di “trasparenza” che rende i bonifici sempre molto “preferiti” alle tradizionali transazioni con i contanti, non esiste una forma di limite di spesa, cosa che invece è da sempre un tema per i pagamenti con denaro fisico. Qual è quindi il problema del bonifico istantaneo, al punto da essere sottoposto a varie forme di avvisi su un suo utilizzo da parte delle banche stesse?

Oggi quasi 9 banche su 10 in Italia ed in Europa permettono l’utilizzo del bonifico istantaneo, spesso ad un costo sensibilmente maggiore, compensando però con la velocità che impiega pochi secondi per arrivare a destinazione. Ma molte truffe fanno ricorso a questa forma di bonifico soprattutto in fase di vendita di oggetti usati anche di una certa struttura come auto e moto: il bonifico istantaneo non presenta la stessa tracciatura quindi non è considerabile una forma affidabile per vendere e comprare oggetti: meglio fare ricorso a quello tradizionale, se qualcuno “insiste troppo” sul voler usare il bonifico istantaneo quasi certamente è in atto una truffa.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *