Sigilli a due attività abusive

2 min read
Acqua

Il nucleo attività produttive della Polizia Municipale di Palermo ha disposto la chiusura per mancanza di autorizzazioni amministrative, di un negozio di articoli casalinghi e di una rivendita di bombole ubicate in città. Gli agenti, hanno accertato che l’attivitàdedita alla vendita di articoli casalinghi, da esercizio di vicinato, con superficie di vendita non superiore a 150 metri quadrati , per via dei ripetuti ampliamenti dei locali eseguiti  nel tempo, aveva
raggiunto una superficie di vendita di 600 metri quadrati, trasformandosi di fatto in media struttura di vendita, senza che la società di gestione dell’attività avesse richiesto le autorizzazioni previste dalla normativa vigente.
Con l’apposizione dei sigilli è stata eseguita la chiusura dell’attività abusiva.

La rivendita abusiva di bombole di  gpl ne deteneva quindici in esposizione, di varia capacità, pronte per la vendita .
Gli agenti hanno richiesto al titolare V.F. di 35 anni  l’esibizione delle autorizzazioni prescritte per la detenzione e la vendita di questi prodotti pericolosi, nonché della certificazione di prevenzione incendi rilasciata dai Vigili del Fuoco.
Dal controllo è emerso invece che il titolare della rivendita oltre ad essere  sprovvisto delle necessarie autorizzazioni,  in particolare, non esibiva il certificato prevenzione incendi, rilasciato dal Comando dei Vigili del Fuoco.

Documento emesso  su istanza dei soggetti responsabili delle attività interessate che attesta il rispetto della normativa di prevenzione incendi e dei requisiti di sicurezza antincendio nelle attività, depositi, impianti ed industrie pericolose,  in merito alla detenzione ed all’impiego di prodotti infiammabili, incendiabili o esplodenti che in caso di incendio comportano gravi pericoli per l’incolumità della vita e dei beni. Tenuto conto del commercio abusivo e dell’inosservanza delle prescrizioni di sicurezza, gli agenti hanno proceduto all’apposizione dei sigilli dell’attività, al sequestro del materiale ed alla denuncia a piede libero del titolare della rivendita, per omessa denuncia di materiali esplodenti.

Potrebbe anche interessarti

altri articoli di...