Termini: il nome di Daniele Satariano a una via cittadina

 

satariano

In occasione della ricorrenza del 4 novembre l’Amministrazione comunale guidata da Totò Burrafato ha avviato le procedure per intitolare una via cittadina al Carabiniere a cavallo Satariano Daniele, benemerito cittadino che ha immolato la propria vita nella lotta contro la criminalità mafiosa.

Ancora una volta l’Amministrazione comunale di Termini Imerese ha voluto mostrare la sua  sensibilità a mantenere viva la memoria nei confronti di chi rappresenta con le proprie azioni un esempio per le presenti e le future generazioni. Nato a Termini Imerese il 26 novembre 1924, il carabiniere a cavallo Satariano Daniele si era arruolato nell’agosto 1944 e dopo il periodo di addestramento, era stato assegnato al costituendo nucleo interprovinciale di PS di Valledolmo.

In tale veste e con insistenza (era stato escluso dal servizio perché stanco del lungo viaggio) volle prendere parte a una complessa operazione di rastrellamento contro la feroce banda armata capeggiata dal pregiudicato Iannuzzo Pasquale, responsabile di numerosi gravi delitti come rapine, estorsioni e sequestri di persona nella giurisdizione dei Comuni di Valledolmo, Alia, Lercara Friddi, Castronovo di Sicilia ed altri.

Dopo violenti conflitti a fuoco con i malviventi, con il concorso del carabiniere Satariano, si ebbe la cattura del capo banda e di un pericoloso affiliato. Successivamente, lo stesso gruppo di carabinieri veniva attaccato da altro gruppo di banditi, accorso in aiuto degli arrestati.

È in questo frangente che il carabiniere Satariano, raggiunto da raffica di mitra, perdeva la vita.

Con Decreto 23 dicembre 1946, su iniziativa del Comando della Legione Territoriale Carabinieri Reali di Palermo, gli venne concessa la medaglia di Bronzo al Valor Militare.

“Gli adempimenti si spostano ora – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Donatella Battaglia – in capo alla commissione toponomastica che, in tempi brevi, individuerà la via da intitolare. Fare memoria è un impegno costante che vogliamo portare avanti con responsabilità”.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *