Il Trofeo della Memoria

Dedicata alla memoria delle vittime della mafia Pio La Torre, Rosario Di Salvo, Mario D’Aleo, Giuseppe Bommarito e Pietro Morici, la prima edizione del “Trofeo della Memoria”.  Un torneo di calcio a 7 che ha visto scontrarsi una rappresentativa della Guardia di Finanza con la “Team Leader Palermo”.

Allenata da Giorgio Masi, la Guardia di Finanza si è aggiudicata la vittoria ai campi sportivi “Le Siepi” di via Badia a Palermo. I finanzieri hanno superato con un tondo 5 a 0 la “Team Leader Palermo” che solo per un tempo è riuscita a tenere la superiorità degli avversari centrandone per ben quattro volte i legni. Si conclude così un torneo che sin dall’inizio ha avuto come protagonista la formazione dei finanzieri che avevano chiuso il loro raggruppamento a punteggio pieno. Il posto d’onore va alla “Team Leader Palermo” che, come ribadito, nella prima frazione di gioco avrebbe avuto più volte l’occasione di andare a segno. La finale è stata ottimamente diretta dal palermitano Fausto Lo Verso.

Il torneo è stato interamente dedicato alla memoria di Pio La Torre e Rosario Di Salvo ma in particolare ai tre carabinieri di cui proprio giovedì scorso ricorreva il trentennale dell’uccisione. Il capitano dei Carabinieri di Monreale, Mario D’Aleo, con i colleghi Giuseppe Bommarito e Pietro Morici, caddero in via Scobar a Palermo sotto i colpi di mano mafiosa. D’Aleo aveva sostituito il capitano Basile continuando le indagini sulle attività della mafia del Monrealese. Il 13 giugno 1983 i criminali lo misero a tacere per sempre.

Un trofeo per ricordare le vittime di Cosa Nostra e per affermare l’importanza dello sport per la legalità: “Un calcio alla mafia, due mani alla legalità”.

 

15/06/2013

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *